Matdid, materiali didattici di italiano per stranieri a cura di Roberto Tartaglione e Giulia Grassi, Scuola d'Italiano Roma

 
 

Roberto Tartaglione 

 

ANNO NUOVO
VITA NUOV
A 

Tradizioni di Capodanno e oroscopo sentimental-grammaticale per l'anno nuovo (illustrazioni a cura di Giulia Grassi)
Vedi in MatDid: Il Calendario Giuliano e quello Gregoriano

 

Per i nati dal 1° gennaio al 31 dicembre


 

Auguriamo a tutti buone feste.
E per Capodanno vi invitiamo a:

 

Indossare qualcosa di nuovo
Indossare qualcosa di rosso (le mutande rosse sono ormai una tradizione!)
Accendere un fuoco e non farlo spegnere prima di mezzanotte
Aprire la finestra di una stanza buia per far fuggire gli spiriti cattivi
Baciare qualcuno sotto un ramo di vischio a mezzanotte
Non buttare le cose vecchie dalla finestra. È una tradizione un po' incivile
Fare tanti botti e fuochi d'artificio... ma con prudenza!
Mangiare lenticchie
Bere champagne o spumante.
E non dimenticate che la prima persona che entra in casa
nel nuovo anno deve essere un uomo!

E vi dedichiamo questo
oroscopo sentimental-grammaticale

 

ARIETE (21 marzo-20 aprile)
 

La situazione sentimentale prende una svolta importante. Gli Ariete in coppia con una persona più anziana devono studiare con cura le forme irregolari del passato remoto. Se siete single dovete invece guardarvi intorno con attenzione e ripassare il futuro (sia quello temporale sia quello dubitativo!): può portarvi fino al matrimonio!
La fine dell'anno è molto positiva, in campo affettivo, per gli Ariete in coppia o sposati: ma per mantenere saldo il rapporto cercate di non usare troppo gli aggettivi possessivi!
La Luna consiglia alle donne: siate tolleranti. Non arrabbiatevi se parole come notaio e ministro non hanno il femminile. Consolatevi pensando che guardia e sentinella non hanno il maschile.
 
 
TORO (21 aprile-21 maggio)
 
Attenzione al vostro carattere sicuro e decisionista che vi può portare ad avere qualche problema nelle relazioni con l'altro sesso: se usate troppo spesso le difficili costruzioni con il "far fare" (a qualcuno? da qualcuno?) rischierete litigi e contrasti.
Dovete invece dedicare più cura alle forme del verbo attive e i nati sotto il segno del Toro che sono ancora single devono abituarsi all'uso dei verbi riflessivi.
Quelli del Toro - si sa - non amano troppo i passivi: ma se qualche volta li userete sarete meglio accettati da chi vi circonda.
FRANCESCO DEL COSSA, Segno zodiacale del Toro e decano, mese di aprile, 1479, affresco (Ferrara, Palazzo Schifanoia, Salone dei Mesi)
La Luna consiglia: il vostro temperamento appuntito suggerisce di non trascurare un buon uso della punteggiatura.

 
GEMELLI (21 maggio-22 giugno)
 
Tutte le indecisioni e incertezze tipiche del vostro carattere si risolveranno per sempre: se non sapete decidervi tra continuare una vecchia storia d'amore o impegnarvi in una nuova passione, entro la fine dell'anno avrete scelto con sicurezza la vostra strada. E non solo! I Gemelli di livello elementare capiranno perfettamente la differenza fra l'uso del passato prossimo e l'uso dell'imperfetto e quelli di livello medio e avanzato non avranno più dubbi su quando scegliere l'indicativo e quando il congiuntivo.
La Luna consiglia: attenzione, una scelta comporta sempre delle responsabilità (non basta ricordare che con qualche si usa sempre il singolare. Dopo infatti sarà tutto singolare. Perciò non basta dire qualche libro, ma dovremo dire che qualche libro è bianco, e non che qualche libro sono bianchi!)
 
 
CANCRO (22 giugno-22 luglio)
 

Per aumentare il vostro fascino cercate di mettere in secondo piano il vostro "ego", o almeno di nasconderlo un po': preferite le frasi passive in cui voi figurate come agente e non come soggetto, provate a non cominciare a parlare dicendo subito "io", ma a introdurre frasi con l'oggetto e un pronome (tipo il libro l'ho letto ieri), usate senza timidezze le forme impersonali: insomma scegliete sempre strutture dove il soggetto passa in secondo piano.
La Luna consiglia: non temete di essere troppo remissivi. Sapete benissimo che gli ausiliari non sono solo essere e avere, ma anche andare (certe cose vanno dette, altre cose vanno fatte!) e al momento giusto saprete sicuramente tirare fuori le unghie.
 
 
LEONE (23 luglio-23 agosto)

I vostri amori e le vostre passioni troveranno finalmente soddisfazione se vi preoccuperete meno di quello che dicono gli altri. Non siete il centro del mondo e il discorso indiretto non è il vostro problema: dovete invece accettare il principio che tutto è relativo (che ne direste di dare un'occhiata ai pronomi relativi?)
Non abbiate paura di manifestare i vostri sentimenti e, se vorrete lamentarvi (ci sono tante interiezioni buone per farlo: ahi, ahimé, oh, ah) troverete sicuramente l'anima gemella pronta a coccolarvi. 
La Luna consiglia: controllate il vostro narcisismo (e ricordate che l'aggettivo bello si declina come l'articolo determinativo: bel, bello, bell', bella, bei, begli, belle)

 

VERGINE (24 agosto-22 settembre) 
 
La vostra arma migliore è la comunicazione: non dovete perciò essere troppo pignoli o perfezionisti dal punto di vista formale o pretendere da voi più del necessario. Se farete qualche errore tutti saranno pronti a perdonarvelo.
Arricchite perciò il vostro lessico, insistete sulle frasi idiomatiche, usate il più possibile i verbi pronominali. Qualche trasgressione (grammaticale, è chiaro) potrà solo rendere più viva e amabile la vostra personalità.
La Luna consiglia: qualche scorrettezza formale vi sarà perdonata, ma i modi di dire o si sanno bene o è meglio non usarli. Perciò ricordate che si dice ridere a crepapelle e non - come ha detto qualcuno - ridere a crepapalle!)
GIULIO ROMANO, Segno zodiacale della Vergine, affresco, dopo 1524 (Mantova, Palazzo Te, Sala dei Venti)


BILANCIA
(23 settembre-22 ottobre)
 

Dopo le turbolenze dell'anno passato state finalmente per raggiungere il vostro equilibrio. Ragionate con la vostra testa, possibilmente in italiano, senza interferenze da parte della vostra lingua madre. Prima di prendere una decisione è giusto  calcolare tutte le possibilità: ma non dimenticate che per fare un periodo ipotetico non è sempre necessario usare il congiuntivo e il condizionale. A volte basta un imperfetto per esprimere anche ipotesi complicate.
La Luna consiglia: c'è sempre una soluzione. In una frase ipotetica, se non ricordate le forme del congiuntivo, potete sempre usare un gerundio!
 
 
SCORPIONE (23 ottobre-22 novembre)
 

Il più passionale dei segni dello zodiaco sa benissimo quanto siano importanti lo stile e l'eleganza: non vi piace la solita minestra, evitate le ripetizioni e cercate il sinonimo più opportuno. La bellezza di una frase sta spesso nel ritmo e quindi usate tutte le figure retoriche che conoscete.
E ricordate che per manifestare un desiderio a volte la gestualità è meglio di una parola.
Dimostrate il più possibile il vostro rispetto per gli altri e, se non ricordate il nome di un vostro ex, usate almeno un pronome (e non un aggettivo dimostrativo! Perciò dite Lui, non quello).
La Luna consiglia :
i dettagli contano (e la parola perché si scrive con l'accento verso destra e non verso sinistra, e quindi assolutamente non si scrive perchè!)
 
 
SAGITTARIO (24 novembre-21 dicembre)
 

Il vostro innato pessimismo vi porta facilmente a vedere il lato oscuro delle cose: se vi dicono che in italiano l'infinito finisce sempre con -are, -ere, -ire, voi pensate subito che ci sono anche i verbi in -orre e -urre; se leggete che il plurale di muro è muri voi pensate subito che si può dire anche mura.
Le cose a volte sono più semplici di quello che pensate: ricordate che basta un semplice gerundio e potete esprimere causa, mezzo, tempo e ipotesi. Non bisogna complicarsi la vita. Nessuno è perfetto e l'imperfetto è certamente il tempo più ricco nel sistema di coniugazione italiana.
La Luna consiglia : non cercate sempre il pelo nell'uovo! Anche se avete letto sulla grammatica che si dice "è piovuto", se voi direte "ha piovuto" nessuno si scandalizzerà!
 
 
CAPRICORNO (22 dicembre-20 gennaio)
 

I nati sotto il segno del Capricorno avranno occasione di manifestare nel corso del 2004 tutte la loro fantastica carica erotica e sentimentale: sono favorite perciò tutte le congiunzioni e consigliamo un uso disinvolto del congiuntivo. Non siate però superficiali e cercate sempre di avere uno scopo e un fine preciso (occhio perciò alle frasi finali costruite con un perché + congiuntivo). E soprattutto ricordate che ogni congiunzione può avere conseguenze anche inaspettate (attenzione perciò alle frasi consecutive). Davanti all'errore non cercate scuse (evitate quindi le costruzioni con il perché di causa fittizia, quelle tipo non perché... ma perché...).
La Luna consiglia: non dimenticate che le congiunzioni qualche volta creano subordinazione e altre volte no. E le congiunzioni non sono tutte uguali (con sebbene si usa sempre il congiuntivo, ma con anche se - che significa la stessa cosa - no.)
 

IGNOTO DEL XIV SECOLO, Saturno tra l'Acquario e il Capricorno, affresco, 1314 (Rocca di Angera - Varese)

 
ACQUARIO (21 gennaio-19 febbraio)
 

Un anno più che positivo! Il vostro limite è che non siete capaci a dire di no. Provateci qualche volta.
E se proprio le negazioni vi sembrano contro la vostra natura e contrarie al vostro carattere, provate a usare almeno qualche "non pleonastico", nelle costruzioni con finché non, nelle strutture tipo non appena o, se preferite, nelle frasi introdotte da espressioni come per poco non, a momenti non, quasi quasi non o in espressioni comparative tipo più di quanto non.
La Luna consiglia: non dimenticate che tutti i verbi negativi reggono frasi con il congiuntivo (si dice io affermo che loro sono colpevoli, ma io non affermo che loro siano colpevoli
 
 
PESCI (20 febbraio-20 marzo)
 

La vostra naturale infedeltà vi porta a scegliere non solo verbi che a seconda della situazione cambiano ausiliare (sono salito per le scale - ho salito le scale) ma addirittura quei verbi che usano indifferentemente l'ausiliare essere o avere (ho vissuto - sono vissuto).
Dovete cercare legami più stabili: fate perciò attenzione alle preposizioni e all'uso dell'apostrofo.
La Luna consiglia: se volete riuscire a fare un discorso caratterizzato da una certa stabilità fate attenzione alle concordanze vocaliche!