Roma, 26 luglio 2011

Chiediamo scusa ai nostri lettori.
Abbiamo rimosso il test 103.a (pubblicato nel 2001) a seguito di una email che ci diceva:

Vi faccio notare che in particolare nel test n. 103. A, vi sono riferimenti politici e a personalitÓ politiche tali e di parte tali da poter influenzare che le legge, specie se straniero. Al fine di non dover procedere con la segnalazione alla Procura della Repubblica di Roma del vostro sito e test, vi chiedo di provvedere a rendere neutro, pur conservando le finalitÓ dello stesso.

Credendo - forse un po' superficialmente - che non fosse vietato ironizzare sui politici, abbiamo chiesto spiegazioni. Che ci sono state date in modo esauriente:

Il test sopra citato Ŕ stato oggetto di discussione politica con ... (qui sono citati due esponenti politici regionali italiani)
Ambedue sono concordi nel ritenere che tale test, sia al minimo politicamente scorretto, in particolare, in questa situazione politica attuale, anche una semplice questione come questa, amplificata dalla stampa, sarebbe oggetto di derisione verso i nomi indicati nel test.
Non mi chieda cosa pu˛ urtare la mia sensibilitÓ, la ritengo una persona intelligente per cui non necessita di alcun suggerimento,  test pubblici,  non devono riprendere nomi di politici o riferimenti a partiti politici, pu˛ giustamente mantenere le finalitÓ del test, insegnare l'uso degli articoli con esempi diversi.
Per fare chiarezza, le proprie opinioni politiche sono tutte legittime, per˛ spesso si finisce per arrecare un danno alla propria parte, quando si supera un certo limite.

Chiediamo quindi scusa a chi si Ŕ sentito disturbato dalla nostra ironia e rimuoviamo la pagina. Il nostro lavoro Ŕ insegnare lingua e grammatica (agli stranieri come Ŕ noto, ma purtroppo oggi anche agli italiani vittime dell'analfabetismo di ritorno) e non Ŕ certo nostra intenzione infastidire i professionisti della politica.